Facebook Seguici su Facebook

Numeri Utili

  • Associazione Culturale G.A.I.A.

    Passione per Saluzzo e le sue Valli

    Guide Turistiche

    Via A. Giordana, 4
    12037 Saluzzo (CN)
    Mobiles: +39 339.6571242 // +39 328.7979829
    Email: guidegaia@libero.it


GAIA per LIBERI DENTRO

Gaia per liberi dentro 2018 (1)_1.pdf Istruzioni di Montaggio

GAIA PER LIBERI DENTRO! 7

La minuscola Valle Bronda: antico monachesimo, nobili parchi e colorati spaventapasseri

Dopo i passati successi buschesi, quest’anno ci rechiamo nella piccola valle alle porte di Saluzzo. La valle Bronda, lunga appena una decina di chilometri, accoglie numerose testimonianze del suo prestigioso passato, e valorizza il suo microclima favorevole con coltivazioni di pregio: mela biologica, ramassin, uva Pelaverga... Come sempre, Biba Bonardi, guida turistica di GAIA e assistente volontaria penitenziaria di Liberi dentro ONLUS, invita tutti gli appassionati a una giornata di arte, storia e natura per finanziare le attività di volontariato nel carcere Rodolfo Morandi di Saluzzo.

Sabato 26 maggio 2018

H 9,30 ritrovo al parcheggio LIDL di Saluzzo (strada per Revello) per ottimizzare i posti macchina. Chi ha l’equipaggio completo può recarsi direttamente alle

H 9,50 ritrovo presso la Cappella campestre di San Ponzio a Castellar, a 1 km dall’abitato, nei campi (entrando in paese, indicazione a destra, in direzione della Parrocchiale).

H 10 visita della cappella(sec XIII), piccolo gioiello immerso nei frutteti, che racchiude al suo interno il pregevole ciclo di affreschi di Pietro da Saluzzo (sec. XV).

H 10,30 spostamento al poco distante Castello della Morra, antica grangia dell’abbazia di Staffarda, più volte profondamente rimaneggiato. Il castello non è visitabile, ma il proprietario Conte Lio Biscaretti di Ruffia ha gentilmente accettato di ospitarci nel parco: saliremo nel pittoresco bosco di roveri e platani, fino ad affacciarci alla terrazza panoramica che domina la verdissima Valle Bronda (20 minuti a piedi).

H 12,30 pranzo presso il Ristorante Sarvanot a Castellar (Via Maestra 3, parcheggio in piazza Tomatis). Menù: vitello tonnato, soufflé di asparagi con fonduta al parmigiano, gnocchi alla toma di Martiniana, bunet alla piemontese, acqua caffè 1⁄4 di vino € 16 tutto compreso

H 14,30 passeggiata nel centro di Castellar con i caratteristici spaventapasseri, salita al castello neogotico di Castellar (30 minuti a piedi).

H 15,30 spostamento a Pagno e visita all’antica Chiesa abbaziale dei Santi Pietro e Colombano (oltre il paese di Pagno, sulla sinistra, parcheggio davanti al cimitero adiacente alla chiesa). Fondata dai monaci di San Colombano nell’ottavo secolo, distrutta dai saraceni, ricostruita nel X secolo dai benedettini, la chiesa conserva alcune piccole testimonianze del suo glorioso passato: alcune campate delle cripte longobarda e benedettina, alcuni affreschi del XV sec, alcune lapidi.

H 16,30 visita al suggestivo giardino adiacente alla chiesa abbaziale, de “La casa del Vescovo”, residenza estiva del Vescovo di Saluzzo nei secoli passati, ora proprietà del Prof. Pierfranco Cavazzuti, pittore, entomologo di fama e appassionato di giardinaggio.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!

Si può partecipare anche a solo una parte della giornata Non dimenticate: scarpe comode e voglia di camminare nella natura

Iscrizioni fino ad esaurimento posti (max 40) non oltre mercoledì 23 maggio 2018

presso bibaeangelo@libero.it, cell. 3335297775

Le offerte raccolte nel corso della giornata saranno interamente devolute alle attività in carcere

Un GRAZIE! particolare a chi ci ospita con generosità: Il Conte Lio Biscaretti di Ruffia, il Prof. Pierfranco Cavazzuti; a chi ci ha sostenuto e supportato con cordialità ed entusiasmo nella preparazione della giornata: Emanuele Grosso, Silvano Borretta, Geom. Giovanni Andreis, Claudio Valla; e infine, ad Agnese del Sarvanot che ci prepara la buona cucina piemontese.